Rimedi

Eliminare l’acido lattico: rimedi e consigli

Un uomo adulto normalmente attivo produce circa 120 grammi di acido lattico al giorno

L’acido lattico o lattato è un sottoprodotto del metabolismo anaerobico lattacido. Si tratta di un composto tossico per le cellule, il cui accumulo nel torrente ematico si correla alla comparsa della cosiddetta “fatica muscolare“.

Il lattato viene prodotto già a partire da basse intensità di esercizio; i globuli rossi, per esempio, lo formano continuamente anche in condizioni di completo riposo.

Un uomo adulto normalmente attivo produce circa 120 grammi di acido lattico al giorno; di questi 40 g sono prodotti dai tessuti aventi un metabolismo esclusivamente anaerobio (retina e globuli rossi) i rimanenti da altri tessuti (soprattutto muscolare) in base all’effettiva disponibilità di ossigeno.

Il corpo umano possiede dei sistemi di difesa per proteggersi dall’acido lattico e può riconvertirlo in glucosio grazie all’attività del fegato. Il cuore è invece in grado di metabolizzare l’acido lattico a scopo energetico.

Da queste affermazioni si deduce come l’acido lattico, seppur tossico, non sia un vero e proprio prodotto di rifiuto. Grazie a tutta una serie di processi enzimatici tale sostanza può infatti essere utilizzata per la risintesi di glucosio intracellulare.

Acido Lattico Rimedi

Come provare a trovar rimedi all’acido lattico che segue un’attività muscolare intensa? In realtà già da tempo è stato dimostrato che l’assunzione dell’analgesico non ne limita affatto la produzione.

Allora perchè tanti sportivi provano sollievo nell’assumere Asa (Acido acetilsalicilico) dopo un esercizio fisico intenso? La risposta sembra risiedere nelle proprietà antinfiammatorie e antidolorifiche del farmaco. Inoltre l’acido acetilsalicilico protegge efficacemente dallo stress ossidativo generato durante lo sforzo muscolare. Nulla a che vedere, però, con l’accumulo di acido lattico.

Eliminare l’Acido Lattico

Per eliminare l’acido lattico in eccesso è sufficiente concedere ai muscoli un po’ di relax per lasciarli riossigenare.

Non appena il sangue sarà nuovamente in grado di trasportarlo al di fuori dei muscoli, l’acido lattico sarà smaltito nel giro di pochi minuti o tutt’al più in un paio di ore.

Inoltre per evitare i dolori da eccessivo sforzo, che spesso richiedono l’assunzione di un analgesico antinfimmatorio, è bene associare l’attività di riscaldamento, defaticamento e stretching.

Infine, bere adeguatamente prima, durante e dopo l’esercizio è molto importante, perchè, bilanciando le perdite idriche associate alla sudorazione, permette al sangue di mantenere intatta la capacità di trasportare nutrienti e ossigeno ai muscoli sotto sforzo.

5.0
01
Tags
Mostra di più

Articoli simili

Back to top button