Alimenti

Vuoi migliorare il metabolismo? Scopri le proprietà della Borragine

Questa pianta è caratterizzata da una serie di proprietà che aiutano anche a fare il pieno di vitamina C.

Parliamo di un prodotto che è ricco di proprietà e benefici che possono aiutare a migliorare il metabolismo. La borragine è una pianta che può essere ampiamente utilizzata in cucina. Non è solo un’erba perfetta per realizzare tisane o infusi, ma grazie al suo sapore è anche ideale per arricchire molti piatti.

Al gusto ricorda il sapore del cetriolo, e può essere usato per accompagnare pasta, formaggi, torte salate e frittate, zuppe e vellutate. E’ fonte eccellente di acidi grassi monoinsaturi, omega 6 e vitamina C, che permettono di renderla un’ottima alleata per il nostro sistema immunitario. Vediamo insieme perché è importante integrare questo prodotto nella nostra dieta.

Quali sono le proprietà e i benefici della borragine

Questa pianta è ideale per apportare anche vitamine del gruppo B (soprattutto B6) e potassio. E’ importante per regolare la salute del cuore, per migliorare il nostro metabolismo e non solo. Essendo ricca di folati (necessari per la formazione di globuli rossi e per la sintesi del DNA) è consigliata anche in gestazione. Ovviamente salvo comunicazioni da parte del proprio medico di fiducia per eventuali allergie. La presenza di calcio, fosforo e magnesio la rendono una pianta fondamentale per preservare la salute delle ossa.

Va detto che può però andare a interferire con l’azione di quei farmaci che sono anticoagulanti, oltre a quelli e antiaggreganti, anestetici e determinati antinfiammatori. Per questo motivo è importante chiedere consiglio al proprio medico in merito al suo regolare consumo nella propria dieta.

In che modo si usa in cucina

E’ possibile coltivarla o acquistarla già pronta per l’utilizzo e, come avviene per tutte le erbe spontanee, in forma selvatica ha un gusto più intenso. Si mangiano le foglie e i fiori, che devono essere cotti (bolliti o stufati) per apprezzarne il sapore. Le foglie crude risultano troppo rugose e soprattutto molto dure per essere consumate. I suoi semi possono essere usati per preparare un olio vegetale grazie alla spremitura a freddo, mentre i fiori sono ideali per le tisane o per preparare un aceto.

Si usa spesso per preparare un gustoso risotto, da abbinare con il formaggio, poiché riesce a mantenere un sapore equilibrato che si sposa perfettamente, per esempio, con il gorgonzola. In alternativa può sposarsi con un primo piatto perfetto per il periodo che stiamo vivendo: una bella vellutata con patate e borragine. Insieme ad altre verdure è deliziosa, soprattutto se ami la zuppa di cereali e legumi, o un classico minestrone di verdure. Tra i secondi piatti che si possono preparare citiamo la frittata, oppure come contorno per portate a base di carte (come la salsiccia di maiale) e pesce, come nel caso delle seppie in umido.

Considera che la sua cottura è facile e veloce, soprattutto in padella: basta lessare le foglie e passarle in padella con olio e sale. In alternativa è possibile friggerla partendo da una pastella a base di uova, farina e un goccio di birra fredda.

Tags

Alessandra Battistini

Web writer nata e cresciuta a Bologna, tra tortellini e canzoni di Lucio Dalla e Gianni Morandi. Studentessa di Lettere Moderne con la passione per la scrittura.

Articoli simili

Back to top button